I due chierichetti

E’ la storia di due chierichetti oggi uno Vescovo e l’altro Carmelitano. Il primo è Mons. Alessandro Damiano, trapanese, classe 1960, 60 anni, Arcivescovo Coadiutore di Agrigento dal 30 aprile 2020 ed il secondo, P. Gerardo Bonsignore, al secolo Roberto, licatese, classe 1931, 89 anni, Penitenziere Straordinario presso la Basilica di San Pietro in Vaticano ed appartenente alla Comunità Carmelitana di Santa Maria in Traspontina a Roma.
Entrambi nati nel mese di Luglio, il mese della Madonna del Carmine, sono legati oltre che dalla spiritualità del Carmelo, da una profonda stima e conoscenza maturata negli di anni servizio di P. Gerardo come parroco presso la Basilica Maria SS. Annunziata di Trapani, quest’ultima parrocchia di origine di Mons. Alessandro. Ai tempi erano il chierichetto ed il Parroco della chiesa dove si venerano la Madonna di Trapani e Sant’Alberto degli Abati; sin dalla sua infanzia Don Alessandro era solito servire la santa messa a P. Gerardo e lo stesso ha amministrato al nuovo Arcivescovo di Agrigento, la Prima Comunione.
Anche P. Gerardo ha iniziato la sua “carriera” sacerdotale servendo all’altare. Nella sua infanzia ricorda di aver maturato la sua vocazione di Carmelitano e sacerdote iniziando proprio come chierichetto presso la chiesa di Sant’Angelo martire a Licata. Allora era rettore il Can. Vincenzo Di Palma, un diocesano, poiché i Carmelitani avevano dovuto lasciare l’officiatura della chiesa patronale licatese per via della soppressione degli ordini alla fine dell’Ottocento. Ed in questo luogo dove negli anni 40 dello scorso secolo ritornano i Carmelitani, l’allora Roberto Bonsignore riceve la professione solenne di appartenenza all’Ordine Carmelitano e poi l’ordinazione sacerdotale.
La sera del 10 dicembre 2020, il Vescovo Damiano presente a Roma ha voluto far visita al vecchio parroco. L’ex parroco, oggi quasi novantenne ha apprezzato e gradito molto il gesto ed ha ricordato al suo ex chierichetto che oggi è il nuovo vescovo della sua Licata e della sua diocesi di origine.
Ci piace sottolineare come la nomina di Mons. Alessandro, nella cattedra di San Gerlando, come successore del Cardinale Francesco Montenegro sia giunta a qualche giorno dall’avvio delle celebrazioni giubilari dell’Ottavo Centenario del martirio di Sant’Angelo di Licata, proprio quando l’Ordine Carmelitano si stava preparando a questo importante evento. Don Alessandro proprio il 5 maggio 2020, nel centenario del Santo, da Arcivescovo Coadiutore eletto è andato presso la sua parrocchia trapanese, li dove tutto per lui è iniziato e ha celebrato assieme ai frati del Carmelo la memoria per il proto martire dell’Ordine, portando il saluto alla nuova Diocesi e alla città di Licata. Inoltre ha celebrato la sua prima messa presso la diocesi di Agrigento, recandosi lo scorso 12 agosto a Sant’Angelo Muxaro per accogliere l’arrivo delle reliquie del Santo Martire presso il paese sicano che porta il suo nome e che lo venera assieme a Licata, come patrono. Affidiamo all’intercessione di Gesù Cristo, della Vergine Maria venerata come Madre del Carmelo e a Sant’Angelo il cammino di questi due ex chierichetti, che possano continuare a servire il Signore con lo stesso entusiasmo della loro infanzia.

Il momento dell’incontro a Roma tra Mons. Alessandro Damiano e P. Gerardo Bonsignore O.Carm.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close